#lapaceèdonna – Koinokalò Sannio per le donne e per la pace

Stiamo vivendo un periodo terribile.
La guerra è alle porte dell’Europa.
Questa guerra in #Ucraina è anche la guerra delle donne, le donne che prendono le loro famiglie sulle spalle e le portano via dalle bombe, le donne che lasciano mariti e figli a combattere e soffrono il terribile dolore dell’abbandono e della distruzione della patria…
Per sostenere moralmente e col cuore queste donne, cogliamo l’invito della nostra amica e partner Carmen Castiello a riflettere sulle parole di Jane Addams, Premio Nobel per la Pace nel 1931.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 7 persone e persone in piediJane Addams è stata riformista in tempi di crisi sociale, pacifista in tempi di guerra, internazionalista in tempi che hanno visto la nascita dei peggiori nazionalismi che la storia ricordi ed è una figura di donna da conoscere e tenere ben presente, soprattutto oggi, in questo marzo in cui si intrecciano tristemente il pensiero della guerra e la riflessione sul ruolo della donna.
Alla fine degli anni 20, lei scriveva:
Per Pace non si intende semplicemente assenza di guerra, ma il dispiegamento di tutta una serie di processi costruttivi e vitali che si ]rivolgono alla realizzazione di uno sviluppo comune. La Pace non è semplicemente qualcosa su cui tenere congressi e su cui discutere come se fosse un dogma astratto. Essa assomiglia piuttosto a una marea portatrice di sentimenti morali che sta emergendo sempre di più e che piano piano inghiottirà tutta la superbia della conquista e renderà la guerra impossibile.” [Le memorie delle donne sfidano la guerra 1916]
Tuttavia, dopo tanti anni e tante guerre che si sono succedute e ancora si succedono nel mondo, questa marea portatrice di sentimenti morali non è ancora riuscita a inghiottire la superbia della conquista.
Ma non dobbiamo mai smettere di cercare la #pace!!!
E in questa ricerca il ruolo delle donne è fondamentale!
E Jane Addams lo dice chiaramente quando sostiene che l’esperienza femminile, così legata ai bisogni umani elementari, ha un contenuto essenzialmente etico, è una sapienza di vita in grado di “liberare il potere insito nelle cose umane di correggersi”.
L’ impulso a proteggere i deboli e a conservare la vita, apparsi ben prima della guerra, sono, secondo la Addams, assai più radicati nell’animo umano della competizione e del conflitto. I gesti semplici volti a proteggere la vita che le donne hanno compiuto per secoli, nel tempo si sono “caricati di memoria penetrante” e in circostanze particolarmente difficili e dolorose riaffiorano e rendono insopportabile ogni offesa alla vita.
Ecco dunque, che dall’esperienza delle donne, dal ruolo che esse hanno svolto da tempi immemorabili, nasce secondo la Addams, il pacifismo femminile.
E ancora una volta, ancora oggi, diciamo noi, #lapaceèdonna perchè le donne conoscono bene il valore della vita e hanno da sempre pagato prezzi troppo alti alle politiche di morte.
#lapaceèdonna e l’immagine che la rappresenta è quella della donna ucraina che porge ad un soldato russo semi di girasole e gli dice di metterli nelle tasche perchè così, quando morirà, dal suo corpo nasceranno i fiori.

You may also like...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.