“Love doesn’t hurt – L’amore non fa male”, il nuovo progetto di Koinokalò

I dati forniti dall’associazione SOS Stalking, in prima linea nelle attività di supporto alle vittime di reati che riguardano la sfera familiare e affettiva, ci presentano un quadro drammatico sulla situazione dei femminicidi in Italia nel 2018. Da gennaio a ottobre sono state più di 70 le donne uccise, nella maggior parte dei casi, per mano di un marito, di un partner o di un ex incapace di accettare la fine di una relazione o la volontà della compagna di ricostruirsi una vita al di fuori delle dinamiche di coppia. Una strage che non accenna a placarsi e che sembra intenzionata a confermare le tragiche statistiche dell’anno passato, in cui sono state 93 le donne a perdere la vita, di cui due in attesa di un figlio. Il bilancio, diverso da regione a regione, ha rinnovato il triste primato della Lombardia, al primo posto con 15 casi, seguita a ruota dal Piemonte (10 casi) e dalla Campania (6 casi).

L’Associazione Koinokalò è da tempo in prima linea nella sensibilizzazione contro la cultura della violenza nei confronti delle donne e quest’anno dedicherà tutta la prima parte dell’anno associativo proprio a questo tema.  Fitto è il programma delle iniziative, incontri, dibattiti che si susseguiranno dal prossimo dicembre ad aprile 2019 fino ad arrivare allo scambio culturale giovanile trinazionale (Francia – Germania – Italia)  “Love doesn’t hurt – L’amore non fa male – l’amour ne fait pas mal – Liebe tut nichtweh” che si terrà a Benevento dal 22 al 27 aprile.

You may also like...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.