principali punti decreto scuola

Principali punti del Decreto Scuola. Dai la tua opinione

Di seguito i principali punti presenti nel Decreto Legge sulla Scuola approvato di recente. Adesso è importante sapere la tua opinione.

L’associazione Koinokalò si pone l’obiettivo di alimentare un sereno e produttivo confronto sui temi della scuola. La pandemia ha evidenziato i limiti del nostro sistema scolastico. Trasformiamo questa emergenza in una opportunità per migliorare le infrastrutture  e l’organizzazione delle scuole.

Per farlo è importante alimentare una discussione pacata ma dettagliata. Ritrovare il gusto del confronto per costruire un progetto di Scuola all’altezza delle sfide del futuro. 

Abbiamo organizzato già diversi momenti di confronto, l’ultimo il 29 maggio con la partecipazione, oltre a quasi 100 docenti, anche del Sottosegretario all’Istruzione De Cristofaro e del Presidente della Commissione Cultura della Camera Gallo. Entrambi hanno dato formale disponibilità ad ascoltare le voci dal mondo della scuola. Abbiamo messo in piedi un canale comunicativo con l’impegno di trasmettere a loro le opinioni ed i suggerimenti dei docenti.

Adesso tocca a voi dire la vostra.  Noi cercheremo di raccogliere tutte le vostre osservazioni sui principali punti del Decreto Scuola, organizzarle in modo organico e consegnarle pubblicamente al Governo tramite loro

Dite la vostra opinione sui principali punti del  Decreto Scuola

Di seguito i principali punti del Decreto Scuola su cui potete un gradimento indicando il numero  (1 scarso, 10 ottimo) e potete anche scrivere un testo con delle osservazioni e dei suggerimenti. Adesso tocca a voi, dite cosa ne pensate:

I concorsi

Tra le novità più attese contenute nel decreto c’è il concorso straordinario previsto per circa 32 mila docenti precari con almeno tre anni di servizio. Frutto di una lunga trattativa tra governo e sindacati, il concorso si svolgerà dopo l’estate con una sola prova a risposta aperta, che scalza la prova a quiz tanto contestata. Previsto poi l’aggiornamento periodico delle graduatorie provinciali, per il prossimo triennio scolastico.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Maturità ed esame di terza media

n merito all'esame di Stato, che quest’anno si svolgerà in presenza da parte dello studente con la sola prova orale, ma con possibilità per i membri della commissione di esaminare da remoto in videoconferenza, il decreto riporta la cornice normativa per lo svolgimento degli esami di Maturità e di terza media, dettagliati nelle disposizioni organizzative fissate dalla ministra Lucia Azzolina. Per l’esame di terza media, il voto finale coinciderà con la valutazione da parte del Consiglio di classe, che però dovrà tener conto dell’elaborato consegnato dallo studente che lo discuterà online.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Addio al voto in decimi per le elementari

Dal prossimo anno scolastico, il giudizio finale per gli alunni della scuola primaria sarà descrittivo e non più espresso con il voto in decimi. L’emendamento punta a valorizzare un «sistema a dimensione formativa della valutazione», che accompagna il percorso degli studenti.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Edilizia scolastica

Il decreto concede maggiori poteri a sindaci e presidenti delle arre metropolitane in materia di edilizia scolastica. Fino al 31 dicembre 2020 potranno operare da commissari per velocizzare le pratiche per le ristrutturazioni e le nuove costruzioni delle scuole, adeguandole alle misure imposte per il contenimento dei contagi.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Nuove norme per gli alunni disabili

Particolarmente importante una norma che riguarda gli alunni disabili.

I dirigenti scolastici, infatti, sulla base di specifiche e motivate richieste da parte delle famiglie degli alunni con disabilità, dopo aver sentito i consigli di classe e acquisito il parere del Gruppo di lavoro per l’inclusione della loro scuola, potranno consentire “la reiscrizione dell’alunno al medesimo anno di corso frequentato nell’anno scolastico 2019/2020”.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Per i privatisti che devono sostenere l'Esame

Per i candidati, in attesa di conseguire il diploma, potranno partecipare con riserva alle prove di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato e ad altre prove previste dalle Università, istituzioni dell'Alta formazione artistica musicale e coreutica e altre istituzioni di formazione superiore post diploma. Potranno partecipare con riserva anche a procedure concorsuali pubbliche, selezioni e procedure di abilitazione per le quali sia richiesto il diploma di II grado.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Supplenti, le graduatorie diventano provinciali e digitali

Le graduatorie dei supplenti saranno aggiornate, ma anche provincializzate e digitalizzate. Si attuerà, perciò, quanto previsto dal decreto scuola di dicembre, ma con un’importante semplificazione per garantire l’attuazione delle nuove regole in tempo per il nuovo anno scolastico: il Ministero potrà emanare un’apposita Ordinanza, anziché muoversi per via regolamentare. La provincializzazione consentirà di sgravare le segreterie delle istituzioni scolastiche: saranno gli Uffici territoriali del Ministero a seguire il processo e assegnare le supplenze. La presentazione delle domande sarà, poi, informatizzata per tagliare i tempi e rendere il processo più efficiente anche a vantaggio degli insegnanti e degli studenti. Con il nuovo modello le supplenze saranno assegnate più rapidamente.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Al via il Tavolo sui percorsi abilitanti

È prevista l’istituzione di un apposito Tavolo di confronto per avviare “con periodicità percorsi abilitanti” e fare chiarezza sul percorso per diventare insegnanti, consentendo così anche ai giovani neo-laureati un percorso di accesso all'insegnamento “caratterizzato da una formazione adeguata”. Il tavolo sarà presieduto dal Ministro.

Per nulla positivo Estremamente positivo

Un tuo parere complessivo sul Decreto Legge 

Riconoscendo che non ci sono riscontri immediati su come rientrare a scuola a settembre, infatti a  meno di 90 giorni dall'avvio delle lezioni in presenza, non c’è traccia di nessuna indicazione certa, tu come valuti nel complesso questo provvedimento?

Per nulla positivo Estremamente positivo

 

Leggi il decreto scuola pubblicato in Gazzetta Ufficiale

 

A cosa potrebbe servire il tuo 5 x mille

Iscriviti ai corsi gratuiti sugli strumenti per la Didattica Digitale

You may also like...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *