Didattica tra distanza e presenza. Discutiamone senza contrapposizioni

La didattica tra distanza e presenza, Una contrapposizione inutile su cui conviene discutere e confrontarsi per il bene del Paese e dei ragazzi.

Dopo questa epidemia quanto vale la Scuola? Almeno quanto la salute delle persone, perché rappresenta il futuro del nostro Paese.

Cosa è successo alla scuola?

Da un lato i docenti, travolti da uno tsunami tecnologico ed organizzativo che ha messo in crisi le identità professionali di migliaia di insegnanti, generando confusione, stress, e disorganizzazione.

Dall’altro lato le famiglie, costrette a riconoscere il loro stato di difficoltà economica. Molte si sono accorti di non essere in grado di dotare i propri figli del minimo di attrezzature necessarie per svolgere in modo adeguata le lezioni.

Nel mezzo il grande dilemma: quale didattica si prospetta? A distanza o in presenza?

La didattica a distanza può sostituire quella in presenza?

Quale può essere invece il suo valore?

E come evitare che si consolidino ‘asimmetrie’ di conoscenza tra chi ha gli strumenti per accedere alla rete e chi invece non li ha; tra chi detiene il monopolio della gestione delle reti e dei dati che vi si producono e chi no; tra chi elabora contenuti e chi non è ancora attrezzato?

E poi ancora: c’è il rischio che una intera generazione, tra questo e i prossimi anni, possa vedere compromessa una delle esperienze formative più decisive per la formazione di quel senso di cittadinanza fondamentale per costruire una nuova classe dirigente per il Paese

Insomma, tante domande, molti dubbi e tante idee contrapposte cercheremo di capire quale sarà la Didattica tra distanza e presenza.

Nuccio Ordine, il letterato pluripremiato che onora la Calabria ...

Facciamo insieme una riflessione, cosa di buono questa esperienza ci sta dando?

Quale strada intraprendere per una didattica del futuro all’altezza delle sfide sociali e tecnologiche dei prossimi anni?

Quale organizzazione scolastica?

Ed il metodo di valutazione?

Ne parleremo mercoledì 13 maggio alle ore 16.00 con il Prof. Nuccio Ordine, professore ordinario di letteratura italiana presso l’Università della Calabria, noto in ambito internazionale per i suoi interessi per la filosofia italiana e gli studi su Giordano Bruno e sul Rinascimento e con Pietro Folena Presidente dell’associazione culturale Metamorfosi e autore del libro “Il Potere dell’Arte”.

Ci sarà un confronto aperto dove i docenti potranno portare le loro esperienze per comprendere meglio questa evoluzione professionale in corso. Per chi volesse, può lasciare, nella scheda sottostante un racconto di esperienza, positiva o negativa, che verrà pubblicato sul sito e letto durante l’incontro o raccontato di persona.

Clicca qui per partecipare alla videoconferenza

Per chi volesse, può lasciare, nella scheda sottostante un racconto di esperienza, positiva o negativa, che verrà pubblicato sul sito e letto durante l’incontro o raccontato di persona.

 

Didattica a distanza e in presenza non sono alternative:apriamo un dibattito

A cosa potrebbe servire il tuo 5 x mille

You may also like...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.